AGOPUNTURA E DEPRESSIONE

MDD

 

Il Disturbo Depressivo Maggiore (MDD) è una delle malattie più comuni e costose. È la terza ragione più comune per le consultazioni di assistenza primaria e sarà la seconda principale causa di disabilità entro il 2020, secondo le stime attuali dell’OMS.

L’agopuntura è stata ampiamente utilizzata nel trattamento delle condizioni psichiatriche in Cina per migliaia di anni. Recenti studi dimostrano che i pazienti depressivi possono trarre beneficio dalla terapia con agopuntura sia in termini di efficacia clinica sia in termini di costo-efficacia.

 “Spesso il male di vivere ho incontrato” raccontava Montale, che non si intendeva di agopuntura.

Il colloquio del medico agopuntore con il paziente dovrà essere accurato e toccare tutti gli ambiti della vita della persona che si rivolge allo specialista. A seconda della risposta, chiaramente la strategia terapeutica varierà. Questo vale per ogni genere di affezione, dal dolore alla schiena all’insonnia, comprese l’ansia e la depressione. Più un disturbo è radicato negli anni, maggiore sarà il tempo che dovrà essere impiegato per agire attraverso l’agopuntura sui deficit energetici ad esso correlati. In genere più è recente il problema, più rapida sarà l’azione dell’agopuntura.

Generalmente vengono effettuate stimolazioni di punti del meridiano dello stomaco come Sibai (ST2), Liangmen (ST21) e Zusanli (ST36), efficaci nel trattamento della dispepsia funzionale ma Baihui (GV20) e Yintang (GV29) sono i più utilizzati.

Tale approccio terapeutico è indicato e porta al raggiungimento di buoni risultati nelle sindromi depressive e ansiose minori, anche quelle caratterizzate da crisi importanti e somatizzazioni viscerali notevoli. Differente è il discorso per patologie che interessano la psiche e la sfera emotiva a livelli più profondi come possono essere stati emotivi maniacali, fobici o la follia.

livello fisiologico, la depressione potrebbe derivare da un alterato equilibrio delle azioni di certi neuromediatori sui ricettori e di questi nella traduzione del messaggio. In particolare, risulterebbero coinvolti i sistemi della serotonina, della dopamina, e della noradrenalina, sostanze implicate nella regolazione del piacere, della ricerca e della novità. In un soggetto che riporta sintomi depressivi reattivi a un particolare evento oppure una depressione endogena, che sia già sotto trattamento farmacologico, l’agopuntura si rivela una metodica valida da poter associare alla terapia in corso, come anche per la graduale sospensione dei farmaci.

La medicina orientale cura la persona nel suo insieme e contemporaneamente migliora il funzionamento delle sue parti mai separate dal tutto.

 

Ren-zhong KouHong ChenMei-ling YuTian-cheng XuShu-ping FuSheng-feng Lu

 

          Scientific Reportsvolume 7, Article number: 9669 (2017)